Social Sports School in Milano

Cari amici,

da qualche settimana è iniziato il progetto in collaborazione con Fondazione Real Madrid “Social Sports School in Milano”: attività sportive e aiuto allo studio per i ragazzi di Portofranco e di FatimaTraccia. Gli allenatori, i cosiddetti “coach”, che guidano i ragazzi nelle attività sportive, sono stati formati direttamente da Fondazione Real Madrid.

Qui un articolo sul progetto e sui Coach e a seguire la traduzione:

Clicca qui per l’articolo originario

Corso di formazione di calcio e valori a Milano

Nuovo progetto socio-sportivo con le associazioni Portofranco e FatimaTraccia. La squadra di formazione della Fondazione Real Madrid è andata a Milano per svolgere le prime Giornate di Formazione di Calcio Per un’educazione “REAL(E)”: Valori e sport per gli allenatori della nuova scuola socio-sportiva che inizia in questa stagione con la collaborazione dell’associazione Portofranco e dell’ASD FatimaTraccia. Queste organizzazioni si dedicano al lavoro con i giovani e hanno un’ampia esperienza in questo ambito.  Gli obiettivi del corso sono stati quelli di introdurre gli educatori alla filosofia della fondazione Real Madrid e farli familiarizzare con la metodologia innovativa “Allenando il calcio, insegnando valori”.

La scuola socio-sportiva comincia con più di 50 beneficiari fra gli 11 e i 15 anni principalmente di origini umili o straniere. Le attività si svolgono presso il centro sportivo FatimaTraccia, che ha diversi campi da calcio a 5, 7 e 11 in erba sintetica. Oltre alle sessioni di allenamento, i beneficiari ricevono un aiuto allo studio presso il centro citato e l’associazione Portofranco.

Associazioni:

L’associazione Portofranco ha lo scopo di accompagnare i giovani nei loro studi attraverso lezioni di rinforzo scolastico personale e individuale totalmente gratuite. I “professori” del centro sono professionisti in pensione o in servizio e studenti universitari, che offrono il proprio aiuto in forma volontaria.

Dall’altra parte l’ASD FatimaTraccia nasce più di 30 anni fa con lo scopo di dare ai giovani del quartiere Vigentino, nella periferia di Milano, la possibilità di giocare a calcio senza che le loro capacità con il pallone siano essenziali, ma dando importanza alla persona.

Gli allenatori, abituati ad altri metodi che prevedono una priorità sul perfezionamento sportivo, si sono mostrati intraprendenti nell’applicazione di un metodo incentrato su aspetti pedagogici e didattici per lo sviluppo di valori positivi attraverso lo sport.”

Share this page