L’avventura di Portofranco nasce dall’intuizione di don Giorgio Pontiggia, rettore dell’Istituto Sacro Cuore di Milano che, con un gruppo di insegnanti appassionati alla propria professione, di fronte al problema dell’insuccesso scolastico decidono di partire dal rapporto con i ragazzi in difficoltà proponendo un aiuto “personale” allo studio pomeridiano.

Era il novembre del 2000. Attorno a questo primo nucleo di insegnanti nel corso degli anni si sono aggregati altri docenti, professionisti, giovani studenti universitari o semplici pensionanti mossi da una passione educativa.

 


Portofranco fin dalla sua nascita ha sede in un ex edificio scolastico dismesso, concesso in locazione dal Comune di Milano e completamente ristrutturato dall’Associazione.

Lo spazio è stato completamente ripensato per creare aule di diverse dimensioni e soluzioni di arredo per rispondere meglio alle esigenze di studio: tre zone colorate differenziano le discipline linguistiche, umanistiche, scientifiche; le aule studio sono divise per materia.

Inoltre è disponibile una sala riservata allo studio individuale, un’aula informatica con 16 postazioni, un grande salone per attività collaterali di approfondimento (corsi maturandi, incontri e dibattiti, attività aggregative).